Alcuni spunti di riflessione


Il nostro errore più grave è quello di cercare di destare in ciascuno proprio quelle qualità che non possiede, trascurando di cogliere quelle che ha.
Memorie di Adriano -  Marguerite Yourcenar

Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l'amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la miglior approssimazione alla felicità sulla terra: ma questa è una verità che molti non conoscono.
La chiave a stella - Primo Levi

Il conflitto è padre di tutte le cose, di tutto è re.
Eraclito V sec. a.c

Non puoi insegnare qualche cosa a un uomo. Puoi solo aiutarlo a scoprirla dentro di sé.
Galileo Galilei

Il mondo l'hai tutto dentro di te, e se sai guardare e imparare, allora la porta è là e la chiave nelle tue mani. Nessuno al mondo può darti la chiave, né la porta da aprire: soltanto tu lo puoi.
J.Khrisnamurti

Vastità: il poter contenere in sé moltissime cose, anche tra loro contraddittorie, sapere che tutto ciò che sembra inconciliabile sussiste tuttavia in un suo ambito, e questo sentirlo senza perdersi nella paura, e anzi sapendo che bisogna chiamarlo col suo nome e meditarci sopra.
La lingua salvata - Elias Canetti

Bisogna vedere se l’ordine che io mi do nasca dalla capacità di sostare nel disordine. C’è un ordine generato creativamente con tutta la pazienza di sostare nel disordine, capacità negativa, accettazione della novità, complessità: quello sarà un ordine costruttivo ed appropriato. Se invece un ordine è generato dall’impazienza è difensivo: lo produco in quanto non ce la faccio più a stare in una situazione di disordine. La parola decisiva per me è la parola mancanza [...] la mancanza può essere il grembo da cui nasce quello che prima non era mai stato visto; la mancanza può essere l'abisso, il buio, lo smarrimento .
Gino Pagliarani